Skip to main content

La gestione efficiente delle merci in magazzino è fondamentale per qualsiasi azienda.

Tra i vari metodi utilizzati per gestire le merci in magazzino, tre dei più comuni sono FIFO (First In, First Out), LIFO (Last In, First Out) e FEFO (First Expired, First Out).

Ognuno di questi metodi ha le proprie caratteristiche, vantaggi e limitazioni, e la scelta del metodo più appropriato dipende dalle esigenze specifiche dell’azienda e dal tipo di merce gestita.

FIFO (First In, First Out)

Il metodo FIFO, conosciuto anche come “il primo a entrare è il primo a uscire”, prevede che le merci più vecchie siano vendute o utilizzate prima delle merci più recenti. In pratica, ciò significa che le merci che arrivano per prime in magazzino sono le prime ad essere prelevate per la vendita o per essere utilizzate nella produzione.

Questo metodo è particolarmente adatto per le aziende che gestiscono merci soggette a deterioramento o obsolescenza, come i prodotti alimentari o i prodotti farmaceutici. Utilizzando il metodo FIFO, le aziende possono minimizzare il rischio di avere merci obsolete o scadute in magazzino, riducendo così le perdite finanziarie associate al deterioramento dei prodotti.

Questo metodo è particolarmente indicato per:

  1. Prodotti deperibili: garantisce che i prodotti vengano venduti prima della loro scadenza, evitando sprechi e perdite economiche.
  2. Prodotti con un ciclo di vita breve: assicura che i prodotti non rimangano invenduti per troppo tempo, liberando spazio in magazzino per nuovi prodotti.
  3. Settori con alti volumi di vendita: facilita la rotazione delle scorte e mantiene un flusso costante di prodotti.

Tuttavia, il metodo FIFO può comportare un maggior costo di gestione del magazzino, in quanto richiede un monitoraggio accurato delle date di scadenza o delle date di arrivo delle merci.

Inoltre, in periodi di inflazione dei prezzi, il metodo FIFO può influenzare negativamente i costi delle merci vendute, poiché le merci più vecchie, acquistate a prezzi inferiori, vengono vendute prima delle merci più recenti, acquistate a prezzi più alti.

LIFO (Last In, First Out)

Il metodo LIFO, o “Last In, First Out”, funziona esattamente all’opposto del metodo FIFO. In questo caso, le merci più recenti sono le prime ad essere vendute o utilizzate, mentre le merci più vecchie rimangono in magazzino più a lungo.

L’utilizzo del metodo LIFO può essere vantaggioso in situazioni in cui i costi di acquisto delle merci sono in costante aumento. Poiché le merci più recenti, acquistate a prezzi più alti, vengono vendute per prime, il costo delle merci vendute risulta più elevato, riducendo così il reddito imponibile e l’imposta sul reddito.

Questo metodo può essere vantaggioso in alcuni casi:

  1. Prodotti con prezzi in aumento: consente di vendere i prodotti a un prezzo più alto, massimizzando i profitti.
  2. Prodotti con un ciclo di vita lungo: permette di mantenere in magazzino i prodotti più recenti, evitando l’obsolescenza.
  3. Contesti con bassa inflazione: riduce l’impatto dell’inflazione sul valore delle scorte.

Tuttavia, il metodo LIFO può rendere difficile il monitoraggio e la gestione delle scorte, in quanto richiede un’accurata registrazione delle date di arrivo delle merci e delle relative quantità.

Inoltre, in periodi di inflazione, l’utilizzo del metodo LIFO può portare a una valutazione distorta delle scorte e può non riflettere accuratamente il costo effettivo delle merci in magazzino.

FEFO (First Expired, First Out)

Il metodo FEFO, o ” First Expired, First Out “, è particolarmente adatto per le aziende che gestiscono merci soggette a scadenza, come i prodotti alimentari o i prodotti farmaceutici. Con questo metodo, le merci con la data di scadenza più prossima sono le prime ad essere vendute o utilizzate, garantendo così che le merci non scadute rimangano in magazzino il più a lungo possibile.

L’utilizzo del metodo FEFO consente alle aziende di ridurre al minimo il rischio di avere merci scadute in magazzino, riducendo così le perdite finanziarie associate al deterioramento dei prodotti. Inoltre, questo metodo può contribuire a migliorare la soddisfazione del cliente, poiché garantisce la disponibilità di prodotti freschi e non scaduti.

Questo metodo è particolarmente indicato per:

  1. Prodotti alimentari: garantisce la freschezza dei prodotti e la sicurezza dei consumatori.
  2. Prodotti farmaceutici: assicura l’efficacia dei farmaci e la loro conformità alle normative.
  3. Prodotti chimici: evita il deterioramento dei prodotti e la contaminazione di altri prodotti.

Tuttavia, il metodo FEFO può essere più complesso da implementare rispetto ad altri metodi di gestione delle merci in magazzino, in quanto richiede un’accurata registrazione delle date di scadenza delle merci e un monitoraggio costante delle scorte.

Inoltre, il metodo FEFO può comportare un maggiore rischio di obsolescenza delle merci, poiché le merci con scadenza imminente potrebbero non essere vendute in tempo.

Quale metodo scegliere?

La scelta del metodo di rotazione delle scorte dipende da diversi fattori:

  1. Tipologia di prodotto: prodotti deperibili o con un ciclo di vita breve sono più adatti al metodo FIFO, mentre prodotti con prezzi in aumento o un ciclo di vita lungo possono beneficiare del metodo LIFO.
  2. Volumi di vendita: se i volumi di vendita sono alti, il metodo FIFO è generalmente preferibile per facilitare la rotazione delle scorte.
  3. Politiche aziendali: alcune aziende possono avere preferenze specifiche per uno o l’altro metodo.

Un Warehouse Management System può essere la soluzione?

Assolutamente sì, un WMS come I-TECH di Logistech è perfettamente personalizzabile e può gestire senza alcun problema tutte e tre le strategie.

Collegandolo con il gestionale avrai in tempo reale le giacenze e l’analisi delle scadenze, così da poter ottimizzare i flussi in uscita riducendo gli sprechi di prodotto.

I-TECH è la soluzione perfetta per ogni azienda e grazie ad un team interno di sviluppatori avrai un software per la gestione del magazzino realizzato su misura.

Conclusioni

I metodi FIFO, LIFO e FEFO sono tre approcci distinti alla gestione delle merci in magazzino, ciascuno con le proprie caratteristiche, vantaggi e limitazioni. La scelta del metodo più appropriato dipende dalle esigenze specifiche dell’azienda, dal tipo di merce gestita e dalle condizioni di mercato.

Indipendentemente dal metodo scelto, è fondamentale per le aziende implementare pratiche di gestione delle scorte efficaci al fine di ottimizzare l’utilizzo delle risorse, ridurre i costi e migliorare la soddisfazione del cliente.

Per un’attenta pianificazione e monitoraggio delle scorte utilizza un software gestionale come I-TECH così la tua azienda avrà sempre a disposizione le giuste quantità di merce al momento giusto, massimizzando così il valore della catena di approvvigionamento e il successo complessivo dell’azienda.

Potrebbe anche interessarti

Software di gestione dei magazzini verticali

Software di gestione dei magazzini verticali: cosa sono e come funzionano

| Focus | No Comments
Nell'era della digitalizzazione e dell'automazione, la gestione dei magazzini ha…
Come scegliere il WMS per il proprio magazzino

Come scegliere il WMS per il proprio magazzino

| Focus | No Comments
La logistica e la gestione efficiente del magazzino sono delle…